Menu

Anteprima Rivista

Questa è un'anteprima delle prime pagine della Rivista.

This is the HTML version of La Rivista Page 1
To view this content in Flash, you must have version 8 or greater and Javascript must be enabled. To download the last Flash player click here
 

La Rivista

"La Medicina Estetica" è una pubblicazione trimestrale a carattere multidisciplinare, che propone articoli sulla Medicina Estetica. 

All'interno della Rivista trovano spazio anche i lavori scientifici presentati annualmente al Congresso Nazionale della SIME, che hanno destato maggiore interesse. 

Inoltre, la Rivista fornisce informazioni utili su corsi ufficiali, congressi e convegni delle Società straniere aderenti all’Unione Internazionale di Medicina Estetica e di Società nazionali di specialità afferenti.

Essa permette un continuo aggiornamento sulle novità riguardanti la Medicina Estetica e le discipline afferenti, la cosmetologia e le norme di legislazione sanitaria. 

E' possibile trovare anche informazioni riguardanti il calendario didattico e le attività della Scuola Internazionale di Medicina Estetica.

E' possibile, infine, visualizzare e scaricare gli abstract scientifici dei precedenti Congressi della SIME dal database on line "Archivio abstract scietifici".

 

Organo ufficiale di:

Società Italiana di Medicina Estetica

Accademia Italiana di Medicina Estetica

Accademia Italiana di Medicina Anti-Aging

Scuola Internazionale di Medicina Estetica fondata da Carlo Alberto Bartoletti,

della Fondazione Fatebenefratelli per la Ricerca e la Formazione Sanitaria e Sociale 

La Rivista multidisciplinare di Medicina Estetica è giunta al suo 39° anno di pubblicazione; è una rivista trimestrale distribuita ad oltre 3000 professionisti del settore, a livello nazionale ed europeo. 

"Editoriale"

La Medicina Estetica: n° 1, Anno 1, pag. 1-2, 1977

La Medicina Estetica è una nuova branca medica, la cui importanza è aumentata rapidamente in questi ultimi anni, in tutti i suoi settori specialistici. Essa realizza un programma di Medicina Sociale, preventiva, curativa e riabilitativa al servizio della collettività, il cui ultimo scopo è la costruzione e la ricostruzione dell'equilibrio psicofisico individuale.

I punti essenziali di questo importante campo d'azione sono:

  • il trattamento delle disgrazie fisiche e delle alterazioni estetiche costituzionali;
  • il trattamento delle sequele inestetiche delle malattie e degli incidenti traumatici;
  • la prevenzione dell'invecchiamento e della possibile invalidità psicofisica conseguente;
  • l'educazione costante, per consentire a ciascuno una gestione razionale del proprio patrimonio biologico grazie a programmi d'igiene mentale, fisica ed alimentare. 

Il campo d'azione è vasto e nelle sue applicazioni pratiche gli operatori devono fare appello a tutte le conoscenze fondamentali - biofisica, biochimica, fisiologia, patologia - per comprendere il meccanismo che può alterare la nostra immagine esteriore. La Medicina Generale e numerose specializzazioni mediche sono interessate alla Medicina Estetica direttamente o indirettamente e ciascuna porta con sé un'esperienza che, naturalmente, è relativa e unidirezionale. Così pure alcune professioni paramediche apportano una collaborazione efficace; ad esse va riconosciuto un reale valore complementare nel panorama terapeutico.

La Medicina Estetica è dunque una nuova disciplina medica per il suo carattere di multidisciplinarietà: ogni problema di Medicina Estetica viene risolto dal confronto e dalla collaborazione di specializzazioni mediche e paramediche diverse.

 

Ad esempio, la soluzione terapeutica di problemi degli arti inferiori può chiamare in causa, secondo i casi, specialisti diversi interessati allo stesso problema; il medico e il chirurgo vascolare, l'angiologo, il flebologo, il linfoangiologo, il chirurgo plastico, il dermatologo, il dietologo, l'endocrinologo, il fisiatra, il ginecologo, l'idrologo e il bioclimatologo, l'ortopedico, l'educatore fisico, il massofisioterapista, il podologo, il terapista della riabilitazione.

Anche la soluzione terapeutica dell'acne nasce dalla collaborazione tra il dermatologo, il dietologo, l'endocrinologo, il ginecologo, lo psicologo, il cosmetologo e l'estetista. L'estetica, quindi, non rappresenta che una parte della problematica del singolo specialista, dermatologo o chirurgo plastico che sia, mentre la collaborazione specialistica multidisciplinare nell'ambito della Medicina Estetica, rappresenta la risposta alla totalità dei problemi estetici.

La Medicina Estetica esalta il binomio "salute-bellezza", perché bellezza significa sentirsi bene nella propria pelle, essere in equilibrio psicofisico. Tutti conosciamo l'entità degli scompensi psicosomatici che si producono nell'individuo per disordini estetici mal accettati, e non possiamo ignorare l'importanza dell'estetica, oggi, sotto l'aspetto psico-sociologico, quando la civiltà attuale non permette più d'ignorare l'interesse crescente accordato all'aspetto fisico.

Sempre più numerosi sono i medici sollecitati da pazienti desiderosi di migliorare il loro aspetto, alla ricerca di una sicurezza personale o anche per una necessità professionale.

Per tutte queste ragioni sono nate, in ordine di tempo, le Società Nazionali di Medicina Estetica in Francia, in Belgio, Italia e Spagna; e, infine, l'Union Internationale de Médecine Esthétique. È così possibile riunire in un programma comunitario, al di là delle frontiere, i medici e i paramedici di specializzazioni diverse, ma tutti interessati ai problemi della Medicina Estetica, nuova disciplina medica nata per rispondere alle esigenze della collettività.

SEZIONI

CONGRESSO SIME

EDITRICE SALUS

ALTRE INFORMAZIONI

FOLLOW US