Menu
Giovedì, 29 Marzo 2018 12:48

Addio a Dino De Anna

Scritto da  Società Italiana di Medicina Estetica
Vota questo articolo
(0 Voti)

Mercoledi 28 marzo ci ha prematuramente lasciati Dino De Anna, stimato professionista e amico di lunga data.

La Società Italiana di Medicina Estetica lo ricorda con affetto per la sua collaborazione con la Società stessa sin dagli anni 70 quando nel 1978, insieme a Ippolito Donini, incontrò Carlo Alberto Bartoletti e Fulvio Tomaselli in occasione del Congresso Mondiale della Società Internazionale di Linfologia a Firenze.

In particolare ricordiamo la sua adesione al Primo Corso di Base di Medicina Estetica organizzato nel 1986 a Milano dalla SIME, in collaborazione scientifica con le Istituzioni Universitarie e Ospedaliere di Milano di discipline afferenti la Medicina Estetica e di Società Scientifiche quali SICPRE e SICC, a fianco del Ministero della Sanità e del Ministero della Pubblica Istruzione.

Numerose le partecipazioni del Prof. De Anna ai Congressi SIME.

Il Consiglio direttivo della Società Italiana di Medicina Estetica con tutti i soci partecipa al lutto della famiglia per la perdita del caro Dino.

Riportiamo il ricordo di Fulvio Tomaselli:

 

"Dino De Anna, Atleta della vita

 

Non avrei mai voluto scrivere queste parole.

Vi parlo dell’Uomo, del professionista tutti sanno la eccezionale valentia e dedizione nel suo lavoro di straordinario chirurgo e studioso.

Firenze 1978: Congresso Mondiale della Società Internazionale di Linfologia.

Siamo presenti per la prima volta in questo contesto con un poster sulla mesoterapia nei linfedemi affidato a me, e una relazione di Michel Bicheron sul grosso braccio post mastectomia. 

Presidente della sessione Carlo Alberto Bartoletti.

Il prof Tosatti e Cariati di Genova ci avevano voluti credendo in noi.

In prima fila un biondo zazzeruto atletico giovanotto seduto al fianco del suo Direttore: il prof Donini titolare della cattedra di chirurgia dell’Università di Ferrara. Sono all’avanguardia nello studio e trattamento  degli edemi di origine linfatica. Ci ascoltano. Il giovane dà di gomito al suo Maestro e gli dice con la sua erre moscia: Professore questi hanno qualcosa da dire! 

Qualche tempo dopo arriva alla società di Mesoterapia la RICHIESTA di collaborazione, firmata da Dino De Anna il Biondo Atleta.

Atleta di alto livello, così lo definisco perché questo è sempre stato, prima sui campi di rugby, Uomo del fango e della fatica e dello scontro fisico leale, poi nelle sale operatorie di ferrara, Sassari, Udine e nelle Aule del Senato dove sedette per una legislatura, ma il richiamo del suo lavoro fu più forte. 

lo indicai più volte agli allievi della Scuola Internazionale di Medicina Estetica, dove portava il suo corposo contributo scientifico, come una persona normale capace di arrivare ai massimi livelli, forte della sua volontà e capacità. 

Il suo essere Atleta Rugbista nell’anima lo ha portato a mettere il suo imprinting sportivo in tutto quello che ha fatto, è sempre stato il compagno di squadra pronto a sostenerti in ogni occasione.

La parola d’ordine del rugby è SOSTEGNO tutti insieme perché uno possa arrivare un centimetro più avanti.

Dino ha passato la palla, un rugbista non muore…mai"

 Fulvio Tomaselli

 

SEZIONI

CONGRESSO SIME

ALTRE INFORMAZIONI

FOLLOW US