Menu
Venerdì, 21 Luglio 2017 12:58

Abbronzatura artificiale e rischio melanoma

Scritto da  Società Italiana di Medicina Estetica (SIME)
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization – WHO) ha reso noti i risultati di una serie di ricerche che dimostrano come la pratica dell’abbronzatura artificiale sia correlata a problemi di salute anche gravi, come melanoma e tumori della pelle, aumentando il rischio di sviluppare tali patologie del 20%. 

La principale causa di queste patologie è infatti l'esposizione ai raggi UV. 

Negli ultimi trent’anni a fronte dell’aumento dell'uso di apparecchiature di abbronzatura artificiale, come lettini e lampade solari, si è registrato un aumento dell'incidenza dei principali tipi di cancro della pelle. Anche l’età in cui queste patologie fanno la loro comparsa è calata sensibilmente. 

A tal proposito, sono state adottate numerose forme di regolazione in diversi paesi. In Italia ad esempio sono stati introdotti controlli legislativi che richiedono agli operatori di vietarne l'uso da parte di persone con pelli sensibili e a rischio e donne in gravidanza. 

Il documento Oms e' destinato alle autorita' sanitarie pubbliche, per sviluppare interventi sanitari pubblici in relazione all'uso e alla gestione dei lettini. Il documento fornisce una sintesi degli effetti sulla salute e un catalogo di interventi per ridurre i rischi associati all'abbronzatura artificiale. 

 

Per approfondire l’argomento, è possibile leggere l’articolo integrale sul sito della WHO (in inglese), cliccando qui 

In alternativa, è possibile leggere la notizia divulgata dall’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, cliccando qui

 

 

SEZIONI

CONGRESSO SIME

ALTRE INFORMAZIONI

FOLLOW US